Laboratorio Federici
Cornici argento in folglia
Cornici argento produzione in aste
Cornice argento produzione in asta
Cod. 87427-4890 Cod. 289448-416 Cod. 289751-4021
Cornici argento decorate
Cornice argento in stile francese
Cornice argento per arredamenti moderni
Cod. 124 Cod. 126 Cod. 122
Cornici argento in asta
Cornice argento produzione
Cornici argento
Cod. 120 Cod. 123 Cod. 121
Cornice argento lavorata
Cod. 125

Cornici argento antiche - Cornici argento moderne
Federici Dal 1905 a Bologna

Il Laboratorio Federici produce e vende cornici argento in stile antico e moderno dal 1905 a Bologna. Le cornici argento sono prevalentemente adatte ad arredamenti moderni salvo quando esse sono meccate. La mecca è una sostanza giallognola del medesimo colore della Gommalacca che una volta stesa sulla superficie argentata della foglia d'argento gli conferisce l'aspetto dell'oro zecchino. Pertanto nei tempi antichi, fino al 900, le cornici argento venivano prodotte come complementi d'arredo della cosiddetta "Arte Povera", ed in tutti i casi venivano meccate e mai lasciate a color della foglia d'argento perchè l'argento non era un metallo considerato sufficientemente prezioso nell'ambito dei manufatti lignei. L'argento era nell'antichità sostanzialmente un ripiego al quale ricorrere per risparmiare denaro e sempre, o quasi, veniva mascherato per sembrare oro zecchino. Sono innumerevoli gli esempi di modelli originali di cornici d'argento meccate ad "arte povera" reperibili sul mercato antiquario. La mecca però non era un prodotto così buono come la più recente gommalacca e non riusciva a contenere il processo di ossidazione dell'argento. Si vedano nella maggior parte degli esemplari d'arte povera le parti nere tra lamina e lamina d'argento e talvolta i veri e propri buchi aperti nel mezzo delle foglie d'argento. Oggigiorno quel piacevole aspetto antico dato dal nero dell'ossidazione dell'argento e il color oro zecchino della mecca è molto apprezzato perchè considerato comunque una tecnica antica. E' molto raro il caso in cui sia richiesto da un cliente ad un restauratore di sverniciare una cornice argento meccata per renderla semplicemente color argento. Benchè nel ramo antiquario dell' arredamento l'argento non sia molto valorizzato rispetto all'oro, nel ramo moderno contemporaneo dell'arredamento l'argento è molto apprezzato e desiderato per il suo colore naturale. Mai e poi mai risulta essere mascherato da colorate vernici protettive, ne viene invece risaltata la lucentezza ed il chiarore cangiante tramite delle vernici trasparenti acriliche o alla nitro che semplicemente lo proteggono dall'ossidazione. Oggi più che mai di moda sono le specchiere e le cornici argento che si possono ammirare nelle sale delle case dall'arredo moderno o nelle caffetterie e sale da te con un arredamento di un certo gusto.

Il Laboratorio Federici produce e vende cornici argento in stile antico o moderno dal 1905 a Bologna. Le cornici argento sono prevalentemente adatte ad arredamenti moderni salvo quando esse sono meccate. E' da ormai diversi anni che architetti ed arredatori di tutto il mondo prediligono l'argento come materiale di decorazione delle cornici piuttosto che l'oro. Il Laboratorio Federici dall'inizio del secondo millennio ha incorniciato diversi televisori, librerie, fotografie e in ultimo specchi per case di arredamento moderno. Durante i tempi antichi, a differenza di oggi, usare l'argento era usare un materiale povero, non è infatti un caso che ogni cornice o oggetto d'arredo in argento appartenesse alla cosidetta "Arte povera". Dalle origini dell'argento, come materiale di decorazione della cornice, è sempre esistita la mecca: una sostanza giallognola che stesa sulla superficie in argento conferisce alla cornice l'aspetto della cornice dorata. Questa pratica, ampiamente usata, è la prova che l'argento non era tanto importante quanto l'oro e che pertanto era necessario uno strattagemma per ingannare l'occhio di chiunque. E' noto che soltanto i professionisti del mestiere sappiano identificare una cornice in argento come tale quando l'argentatura è stata meccata. Detto questo bisogna comunque ricordare che il mondo si evolve ed è completamente sbagliato considerare l'argento un metallo di serie B. Anche l'argento utilizzato al naturale, senza mecca, impreziosisce la cornice senza nessuna pretesa di sembrare oro. E' altrettanto evidente che i nuovi artisti, architetti e arredatori considerino l'argento un metallo prezioso, non tanto per il suo valore di metallo ma per il valore a livello decorativo che riesce ad apportare ad una cornice.

Licenza Creative Commons
Le immagini sono concesse sotto la licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.
Per ciascuna delle immagini utilizzate è obbligatorio assegnare un link di testo a www.corniciantiche.it